Who are you guys?

Barre portatutto per nissan qashqai



La Suzuki Ignis è stata introdotta sul nostro mercato nel 2000 presentandosi subito con due qualità fondamentali per una city car: la simpatia e versatilità di impiego; a questo si aggiungeva come peculiarità tecnica la possibilità di averla con la trazione integrale.

Oggi, a tre anni di distanza, la divertente vetturetta giapponese si è rinnovata in modo radicale, sia a livello di estetica che a livello di contenuti, ripresentandosi come valida alternativa alla concorrenti piu' blasonate.

La linea
Il design della Ignis è stato evidentemente rivisto e corretto nell'ottica di renderlo piu' aggressivo, moderno nonché personale. Lo stile della nuova versione ne accentua tra l'altro il look da "mini SUV". Nuovi dunque i gruppi ottici, i paraurti (in tinta) nonché diversi elementi dei lamierati (anche i passaruota sono piu' generosi).
Nel popolato segmento delle utilitarie, la Ignis si distingue sempre per la notevole altezza da terra: 1565 mm (1605 includendo le barra portatutto di serie). Si mantengono nella media invece, i valori di lunghezza (3770 mm) e larghezza (1605 mm). Buono è il raggio di sterzata dichiarato di 5 metri che è oggi coadiuvato da un servosterzo elettrico di serie.

L'abitacolo
Un'aria tutta nuova si respira anche per l'abitacolo. Nella prima versione, quest'ultimo peccava di un'eccessiva semplicità che era tra l'altro un difetto tipico di molte auto asiatiche di qualche anno addietro. Il my2004 si presenta invece con una plancia completamente riprogettata e soprattutto bella da vedere! Anche la qualità di materiali e rivestimenti è sensibilmente migliorata mentre alcuni elementi della componentistica sono stati "recuperati" dalla grande famiglia General Motors di cui Suzuki fa parte (fate caso hai particolari stile Opel Corsa). Contagiri e tachimetro sono ora retroilluminati di una piacevole luce rossa che ne migliora non poco la visibilità. Non manca un display multifunzione inserito nella consolle centrale e integrante ora, velocità media, consumo medio, temperatura esterna e sintonizzazione della radio. Quest'ultima puo' contare su 6 altoparlanti ed è affiancata da un lettore cd di serie.

Il confort degli occupanti della Ignis è favorito dall'altezza del padiglione, mentre l'altezza da terra migliora la visuale in tutte le direzioni. Per quanto riguarda la modularità, segnaliamo che, sia i sedili anteriori che quelli posteriori sono ribaltabili e regolabili in modo indipendente. Il comfort è invece assicurato da una silenziosità superiore, ottenuta grazie all'impiego di nuovi motori e alla vasta gamma di dispositivi atti a ridurre la rumorosità e le vibrazioni, tra cui elementi strutturali in materiale espanso, fogli per l'isolamento acustico, superfici esterne della scocca perfettamente piane e doppie guarnizioni di tenuta contro gli agenti atmosferici.

I motori
La gamma delle motorizzazioni è stata allargata in modo importante: sono disponibili due unità a benzina, ma soprattutto il nuovo 1.3 DDiS, ovvero l'ottimo 1.3 JTD della nostrana Fiat. Tutti i propulsori rispettano ovviamente le normative Euro 4.

1.3 benzina - Il brillante 1.3 16V a benzina adotta la distribuzione a fasatura variabile (VVT) ed eroga una potenza di 69 kW/94 Cv a 6.000 giri/min. La fasatura variabile permette di ottimizzare il rendimento della curva di potenza e di coppia (118 Nm a 4.100 giri/min) a tutti i regimi senza penalizzare i consumi, pari a 6,5 l/100 km nel ciclo combinato. Di
rilievo l'accelerazione da fermo 0-100 km/h (11,1 s) e la velocità massima (160 km/h). Le emissioni di CO2 sono di 154 g/km.

1.5 16v benzina - Questo nuovo motore 16V da 73 kW/99 Cv con VVT è stato sviluppato appositamente per la nuova Ignis. È un motore elastico e con una coppia elevata (133Nm il valore massimo), caratteristica particolarmente apprezzata nelle vetture 4x4. La Ignis 1.5 4x4 raggiunge i 100 km/h in 11,0 s e tocca i 165 km/h. Le emissioni di CO2 sono di 172 g/km. Il consumo nel ciclo combinato è di 7,2 l/100 km.

1.3 DdiS - Tecnologicamente molto avanzato, il nuovo turbodiesel 16V della Ignis è di tipo ad iniezione diretta di gasolio ad altissima pressione in più fasi denominato Suzuki DDiS.
Questo sistema permette di ottenere potenza e coppia di rilievo e al tempo stesso di contenere le emissioni (omologazione Euro 4). Con una cilindrata di soli 1.248 cm³, questa unità eroga 51 kW/70 Cv a 4.000 giri/min e ha una coppia massima di 170 Nm costante tra 1.700 e 2.500 giri/min. Notevole quindi l'elasticità e brillanti anche le prestazioni di punta: 155 km/h con un'accelerazione da 0-100 km/h in 15 secondi. Le emissioni di CO2 sono di 133 g/km. Il consumo nel ciclo combinato è di 5 l/100 km.

Tutte le trasmissioni sono manuali a 5 rapporti mentre precisiamo che la trazione integrale (di tipo a giunto viscoso) sarà disponibile soltanto con il 1.5 16v a benzina.
Fra le novità minori, ricordiamo i dischi anteriori dei freni ora autoventilanti e i pneumatici maggiorati dotati di cerchi in lega da 15 pollici su gomme 185/60R.

Piuttosto completa si rivela la dotazione di serie per la sicurezza che comprende doppio airbag, poggiatesta anteriori attivi e l'ABS con EBD.

Il listino
Ignis 1.3 2WD benzina Standard Euro 11.950,00 (lancio inizio 2004)
Ignis 1.3 2WD benzina Deluxe Euro 12.950,00
Ignis 1.3 2WD DDiS Standard Euro 13.450,00 (lancio inizio 2004)
Ignis 1.5 4WD benzina Deluxe Euro 14.450,00
Ignis 1.3 2WD DDiS Deluxe Euro 14.450,00

Optional:
Aria condizionata (di serie sulla versione Deluxe) Euro 750,00
Vernice metallizzata Euro 300,00
Interni in pelle Euro 1.400,00